Lifestyle

L’età giusta per iniziare a far fare sport ai nostri figli

Sport per i bambini

Sappiamo bene che lo sport è una parte importante nella vita dei bambini, e anche in quella delle mamme e dei papà. Noi adulti tendiamo purtroppo a mettere da parte l’attività fisica, perché siamo troppo presi dagli impegni quotidiani, e a fine giornata abbiamo solo voglia di sdraiarci sul divano e rilassarci, prima di andare a dormire. Questa cattiva abitudine non deve però influenzare anche i nostri bambini. Insieme a loro, potremmo impegnarci per diventare delle persone più attive, e migliorare così la nostra e la loro vita.

Ma detto questo, quali saranno gli sport più adatti per i nostri figli? E quando è il caso di cominciare a far fare dell’attività fisica regolare? La risposta a queste domande è una sola: dipende. L’età giusta per far fare sport ai bambini dipende dal bambino, dalla sua indole, dal tipo di sport e da diversi altri fattori.

Scopriamo insieme di quali si tratta!

Sport per i bambini: quelli più adatti in base all’età

Partiamo dal presupposto che, con il nostro incoraggiamento e supporto, molto probabilmente riusciremo a coinvolgere i piccoli di casa in attività sane e utili per la formazione e la crescita, sia fisica che mentale. È probabile che vostro figlio mostri delle preferenze naturali verso determinati tipi di sport o attività. Partite dunque da li, per comprendere quali sono le attitudini del vostro bambino e spronarlo a scegliere uno sport.

  • Dai 2 ai 5 anni. – I bambini più piccoli, come quelli in età prescolare, stanno iniziando ad apprendere molti movimenti di base, ma sono indubbiamente troppo giovani per partecipare alla maggior parte degli sport. A questa età, il gioco libero non strutturato è generalmente la scelta ideale. Provate a farli cimentare nella corsa o nel nuoto.
  • Dai 6 ai 9 anni. – Man mano che i bambini cresceranno, migliorerà la loro vista, le capacità di attenzione e le abilità di movimento, come quelle del lancio a distanza. I bambini saranno anche più in grado di seguire le indicazioni e le istruzioni. Provate a farli giocare quindi a calcio, ginnastica, nuoto, tennis o a sperimentare le arti marziali.
  • Dai 10 ai 12 anni – A quest’età, i bambini sono molto più maturi, e possono comprendere e ricordare le strategie sportive. Questi bambini sono quindi pronti ad affrontare sport di abilità complessi, come il basket, l’hockey e la pallavolo. Tenete però presente che gli scatti di crescita potrebbero influenzare temporaneamente la coordinazione e l’equilibrio del ragazzo.

Sport per i bambini: qualche precisazione

Abbiamo visto che lo sport è fondamentale per un corretto sviluppo del bambino. Tuttavia, prima di consentire a vostro figlio di partecipare a determinati tipi di sport, come quelli da contatto ad esempio, tenete in considerazione la sua età e il tipo di sport in questione. Evitate inoltre di incoraggiare il bambino o la bambina a specializzarsi in un singolo sport. Concentrarsi su uno sport potrebbe infatti impedire al vostro bambino di mettere alla prova le sue abilità e provare altri sport potenzialmente più divertenti. Il bambino potrebbe inoltre essere stressato dalla troppa pressione, e non vivere più l’attività fisica come un momento di svago, ma come un “lavoro”.

 

Foto da Pixabay

via | MayoClinic

mammaeasy

Ciao sono Alessandra, ho 35 anni ed ho lavorato per 14 anni in profumeria. Ho conosciuto mio marito Mirko ben 19 anni fa; dopo “soli” 11 anni di fidanzamento, nel 2010 ci siamo sposati, e da questo Amore così longevo sono nati due splendidi bimbi: Allegra e Filippo ; inutile dire che sono tutto per noi, la nostra ragione di vita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *