Lifestyle

Ora della nanna più easy con i nostri consigli efficaci

Ora della nanna

L’ora della nanna è sempre un po’ complicata quando si hanno dei bambini. Spesso i piccoli di casa sembrano più energici e scatenati proprio a tarda sera, quando le mamme e i papà vorrebbero solamente mettere il pigiama, andare a dormire e ricaricare le batterie, per affrontare al meglio la giornata successiva. Purtroppo però, talvolta i nostri bambini sembrano avere energie che basterebbero non per una, ma per due intere giornate di giochi, divertimento e pappa. A tutti sarà capitato di guardare con un pizzico di sconforto il proprio bambino, e rendersi conto che nonostante sia già passata la mezzanotte, lui sembra più sveglio e pimpante che mai!

Ma cosa potremmo fare per evitare che ciò accada? Per nostra fortuna, con un po’ di regole e disciplina, l’ora della nanna diventerà finalmente più easy. Scopriamo dunque quali sono i consigli e i trucchi efficaci per mettere a nanna i nostri bambini, e dire addio allo stress!

Come rendere più easy l’ora della nanna

  • Evitate di far consumare pasti abbondanti ai bambini nelle ore che precedono il momento di coricarsi. Non date nulla che possa contenere caffeina.
  • Dopo cena, evitate di far svolgere attività stimolanti al bambino, che potrebbero rovinare davvero l’ora della nanna. Stabilite una routine rilassante che duri tra i 20 e i 30 minuti prima della nanna, e che termini nella stanzetta del bambino. Evitate di raccontargli storie spaventose o di fargli vedere programmi TV. Molto meglio leggere insieme al piccolo il suo libro preferito.
  • Se l’ora della nanna è particolarmente complicata, provate a usare un oggetto di transizione, come una coperta preferita o un animale di pezza. In questo modo il piccolo si sentirà più tranquillo.
  • Vestiti e coperte non dovrebbero limitare i movimenti del bambino, e la temperatura della camera da letto non dovrebbe essere né troppo calda né troppo fredda.
  • Se il bambino dovesse uscire dalla stanza dopo essere stato messo a letto, portatelo indietro e con gentilezza e fermezza spiegategli che questa è l’ora di dormire.
  • Se il bambino ha paura, offritegli qualcosa di rassicurante, come una luce notturna, una bomboletta riempita con spray anti-mostro o un animale di pezza che lo proteggerà durante la notte.

E se non funziona?

Se nonostante questi piccoli accorgimenti, l’ora della nanna dovesse essere ancora troppo complicata e stressante, non esitate a chiedere un consiglio al medico. Quest’ultimo potrà darvi delle indicazioni adeguate, tenendo in considerazione le specifiche necessità ed esigenze del bambino, oltre che le vostre naturalmente!

 

Foto da Pixabay

mammaeasy

Ciao sono Alessandra, ho 35 anni ed ho lavorato per 14 anni in profumeria. Ho conosciuto mio marito Mirko ben 19 anni fa; dopo “soli” 11 anni di fidanzamento, nel 2010 ci siamo sposati, e da questo Amore così longevo sono nati due splendidi bimbi: Allegra e Filippo ; inutile dire che sono tutto per noi, la nostra ragione di vita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *