Lifestyle

Sicurezza: cosa dovrebbe fare il bambino se si perde?

Sicurezza bambini

Oggi vogliamo parlarvi di sicurezza, e per l’esattezza vogliamo scoprire insieme a voi cosa dovrebbe fare il bambino se si perde. Lo sappiamo bene, per un genitore l’idea di smarrire il proprio bambino è davvero spaventosa. Purtroppo però, nonostante ci piacerebbe certamente ignorare il problema, è vero che molti bambini in età prescolare o scolare potrebbero smarrirsi. Ciò potrebbe succedere mentre ci troviamo al centro commerciale, in un luogo particolarmente affollato, o anche mentre ci aspettano all’uscita della scuola. Tutti noi ci auguriamo che una cosa del genere non succeda mai, ma sperare non basta. Bisogna insegnare ai nostri bambini a comportarsi in modo giusto qualora dovessero allontanarsi da noi.

Ecco dunque le regole da insegnare ai piccoli di casa, per evitare che possano mettere a rischio la propria sicurezza.

Regoleda insegnare ai propri figli

  • La maggior parte dei genitori insegna ai propri figli che non devono mai parlare con un estraneo. Sebbene questo possa apparire come un insegnamento prezioso, la verità è che così facendo non farete che confondere il bambino. I bambini piccoli pensano infatti che un estraneo sia una persona “spaventosa”o “cattiva”, quindi di fronte a una persona che assume un atteggiamento amichevole potrebbero farsi trarre in inganno. Insegnate ai vostri figli che non devono parlare con persone sconosciute o seguirle da nessuna parte, senza prima aver chiesto il permesso alla mamma o al papà. Questa lezione è chiara, semplice da comprendere e adatta anche per i bambini più piccoli.
  • Insegnate al bambino il vostro nome e cognome. Un bambino che chiama a squarciagola la mamma desterà l’allarme di coloro che lo circondano, ma sarà fondamentale che il piccolo conosca il nome dei suoi genitori o di colui che si prende cura di lui. Ripetete questa informazione ai bambini più e più volte, in modo da aiutarli a ricordare il vostro nome, e da poterlo ripetere qualora dovessero perdersi
  • Insegnate al bambino a chiedere aiuto a un’altra mamma. Se il bambino si è separato da voi, è rimasto fermo sul posto, ha chiamato il vostro nome, ma nonostante ciò voi non siete ancora arrivate a prenderlo, insegnategli a chiedere aiuto a un’altra mamma con bambini nelle vicinanze. Questa rappresenterà una figura affidabile, e quasi certamente si prodigherà per aiutare il piccolo in difficoltà.
  • Numero di telefono a portata di mano. Fate in modo che il vostro bambino abbia sempre con sé il vostro numero di telefono. Scrivetelo magari sulla sua scarpa, e spiegategli che se doveste separarvi, dovrà mostrarlo a una persona che possa aiutarlo. On line potrete trovare braccialetti, cartellini e quant’altro, grazie ai quali il vostro bambino potrà avere sempre con sé il vostro numero di telefono, da usare in caso di necessità.

Parlare di sicurezza

Leggete dei libri sulla sicurezza ai vostri bambini. Anche stavolta, internet rappresenta una risorsa straordinaria per trovare libri che possano spiegare questo tema tanto delicato, con un linguaggio adatto per i piccoli di casa. Spiegate al bambino quali sono le regole di sicurezza da seguire, in modo che possa apprenderle e metterle in pratica se dovesse essere necessario. In ogni conversazione in merito alla sicurezza, ricordate infine al bambino che se anche doveste separarvi, voi lo troverete, quindi non dovrà fare altro che stare calmo e seguire le regole che gli avrete insegnato, e tutto andrà bene.

 

Foto da Pixabay

mammaeasy

Ciao sono Alessandra, ho 35 anni ed ho lavorato per 14 anni in profumeria. Ho conosciuto mio marito Mirko ben 19 anni fa; dopo “soli” 11 anni di fidanzamento, nel 2010 ci siamo sposati, e da questo Amore così longevo sono nati due splendidi bimbi: Allegra e Filippo ; inutile dire che sono tutto per noi, la nostra ragione di vita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *